Cena d’agosto a Largo Pannonia

32 commenti a “Cena d’agosto a Largo Pannonia”

edu scrive:

Accertato che Laquaglia nelle decisioni familiari è ridotto a contare per uno scarso 20% ….procediamo oltre.

sirlad scrive:

bastardo di un milanese, tu sai la verità.. comunque volevamo passare anche per Pisa; ah, la torre..!
Riccà, grazie per l’invito, che utilizzerò al più presto, ma mi unisco al coro, sali dalla valle, scollina e scendi a largo Pannonia così organizziamo un cenone con tutti i componenti (Fabio compreso) e come gran finale voglio pure il sergente oltre a Freccia!!!!!

fabrizio scrive:

mah io invece che sia il solito vile labbinda che scarica le sue colpe su Simona, in fondo fa così anche coi punti della patente… 😉

P.S. Coriolo c’ha ragione Edu, fatte vede, esci da quella valle ogni tanto, fai un salto la prossima settimana che ce stamo pure noi.

riccardo scrive:

ottima la difesa su Labiscia, sicuramente meriterà il caffè di rito. Se è vero che negli atti preliminari dell’uscita c’era tale volontà, unica indiziata e dominatrice incontrastata della decisione è capitan Simona.
La mia comparsata è da escludere. Venite voi a pranzo un sabato o domenica

R.

Fabio C. scrive:

Me stò a piscià sotto…Freccia è un mito assoluto, egli è l’uomo ombra, il fantomas della notte pannonica.
Dev’essere stata un bella serata, almeno a giudicare dai commenti.

Buona estate.

Fabio

Edo scrive:

Sono costretto ad intervenire in difesa del Laquaglia, che quando si tratta di essere ospite non è secondo a nessuno, lui aveva espresso telefonicamente con me la sua volontà di passare a trovarti, quindi qualcosa “indipendente” dalla sua volontà è successo, lo puoi perdonare.
Freccia, che ci ha confessato di avere 58 anni ben portati, è comparso come al solito nella notte, nulla di nuovo sotto le stelle.
Tu quando ci onori di una comparsata ?

riccardo scrive:

mi dispiace che simona abbia preerito l’Uccellina a noi. Vi aspetto

sirlad scrive:

ps
Freccia è il padrone quasi incontrastato di largo Pannonia e all’una di notte, per un sagrestano, non è tardi… mancava solo il sergente (ora gran maresciallo!!)

sirlad scrive:

vecchia checca impazzita di un Corio, lo sapevo che m’avresti accusato di tradimento ma sappi che non sono passato per quel di Firenze bensì, su volere del capitano Simona, siamo usciti sull’autostrada per La Spezia per andare poi al parco dell’Uccellina, luogo che anche tu conosci, per soddisfare le nostalgie della mia signora.
Ma se l’ospitalità è sempre quella di gran signorotto di campagnia che conosco, non è detto che non si possa fare una escursione esclusivamente dedicata….

riccardo scrive:

che faceva Freccia all’1 di notte a Largo pannonia?

Labbate, per andare in Padania sei passato da qui e non ti sei affacciato….bravo

fabrizio scrive:

roscio proprio no, quasi.

sirlad scrive:

nun fa er finto tonto, o sai o sai. Comunque roscio nun ero…

fabrizio scrive:

er roscio amico de fonzie, er fijo de Arthur Cunningham…

edu scrive:

Purtroppo sò vecchio, nun conosco.

fabrizio scrive:

più che fonzie me pare ricky cunningham…

edu scrive:

E’ la terza risposta quella giusta caro Laquaglia, lì sms, lessico comune..mezzo gaudio. Poi smettila de parlà come n’Fonzi aggiornato.

fabrizio scrive:

milan col coer (cuore) in man!

sirlad scrive:

io lo sempre detto che milan le la capitale della curtura!

fabrizio scrive:

secondo me se scrive li sms come se scrive l’euri.

sirlad scrive:

ps per Edo: i sms, ovvero i semmesse con la e chiusa. In italiano gli sms. Contento ora?
il letterato è Fabrizio, io arrivo sienno’ a ‘na parola..

sirlad scrive:

parole sacre! ma non esageriamo il latino è per me cosa quasi sconosciuta, io mi limiterei a dire “occhio che non vede, cuore che non duole” oppure ” l’importante è non saperlo”. Ma come dice quello, se non lo sai sallo”!

edu scrive:

Scusa Labbà, tu che sei qualificato, si scrive i sms o gli sms?

edu scrive:

..azzo! Dei veri letterati!

fabrizio scrive:

Qui auget scientiam, auget et dolorem.
Qui auget dolorem, auget et scientiam.

fabrizio scrive:

Edo lascialo perde, fa er giovanile, studia da truzzo o emo.

sirlad scrive:

sei vekkio! ora i pischelli scrivono i sms, e non, con le “k”. Mach’hai fatto il post post-galleria e l’hai lin”k”ato su fb, così non figurano i commenti, su fb!

edu scrive:

Ma smettila! L’unica cosa che se scriveva cor kappa era Kossiga !

sirlad scrive:

semplicemente abbreviativo, senza allusioni, i ragazzi m’hanno contagiato

fabrizio scrive:

Interessante l’accoppiata ciavatte di Edo giacca blu di Mimmo, in perfetto stile Sbroc(k)s.
Robbe’ ma ‘ste kappa? Me sa che le pere a balìa de Como t’hanno fatto male….

sirlad scrive:

si, tutti in ottima forma: Mimmo si è presentato in lungo (dovuto ad un “attardamento” sul lavoro); Edo in ciavatte (anche lui per motivi di “attardamento” sul lavoro..); James in Lacoste (perchè non al lavoro) e Sirlad in moto.. insomma sembrava cambiato poco e niente, per fortuna.
Discreta cena, buona conversazione con punte di sarcasmo e sincera presa in giro come si usa tra 4 vekki buoni amici (si ricorda che gli assenti hanno sempre torto!). Il tutto, poi, nobilitato dalla piacevole comparsa e performance di Freccia, proprio coeai vekki tempi.
Da sottolineare l’intelligenza degli astanti che hanno lasciato poco spazio per le rimembranze per discutere delle attualità e del futuro, come ai vekki tempi. Troppi vekki……

fabrizio scrive:

mbè, mi sembrate tutti in perfetta forma, Freccia compreso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *