Henry Okah : Detenzione illegale e inumana

mercoledì 21 settembre 2011 → 21:01 in Nigeria

Accolto il ricorso dei legali del presunto leader del Mend. L’Alta Corte Sudafricana riconosce che le condizioni di detenzione di Henry Okah sono “illegali e inumane”. Il detenuto sarà spostato in un carcere di media sicurezza in attesa del processo che dovrebbe iniziare a Gennaio del 2012.
Il presunto leader del Movimento per l’Emancipazione del Niger Delta (MEND) Henry Okah ha vinto il ricorso contro il ministro del South African Correctional Services, Nosiviwe Mapisa-Nqakula, per quanto riguarda le sue condizioni di detenzione. L’Alta Corte del South Gauteng, in Sudafrica, ha stabilito che le sue severe condizioni detentive sono “disumane e illegali”. La sentenza della corte significa che Okah sarà probabilmente trasferito in un carcere di media sicurezza a Johannesburg. Okah era stato trasferito in un carcere di massima sicurezza a febbraio, dopo che una perquisizione nella sua cella ha rivelato che egli era in possesso di alcuni telefoni cellulari.
Gli avvocati di Okah hanno dichiarato che prevedono di citare in giudizio il ministero per un risarcimento danni.
Okah si trova ad affrontare accuse di terrorismo in Sud Africa per le bombe esplose ad Abuja il 1 ottobre, giorno dell’ “Independent Day” della Nigeria. Nell’attentato, rivendicato dal MEND che lo aveva annunciato alcune ore prima per evitare vittime, avviso sottovalutato dai servizi di sicurezza nigeriani , sono rimaste uccise 12 persone . Okah che è accusato di essere il leader del MEND e ideatore dell’attentato ha sempre respinto ogni addebito. Il processo è fissato per gennaio 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • RSS A SUD

  • Porta Metronia Tags