Con la FIOM contro il liberismo

venerdì 9 marzo 2012 → 15:07 in Manhattan e dintorni

200 mila in piazza per difendere i diritti e l’art.18. Contro il pensiero unico liberista, al fianco della Fiom tutta l’Italia che si oppone. Applausi per il leader dei NO TAV, fischi per il rappresentante della CGIL Confederale.
Fiom 9 Marzo 2012Mentre la CGIL tentenna e non và allo sciopero generale la Fiom raccoglie intorno a se il popolo dei Referendum. Guarda la Gallery
Questa mattina in piazza a Roma i metalmeccanici della Fiom non erano da soli, con loro c’erano associazioni e movimenti, NO Tav e tanti lavoratori di altri settori, che hanno preso un giorno di ferie o di permesso pur di essere anche loro in piazza a dire NO al Partito e al pensiero UNICO liberista che sta emergendo nel nostro disgraziato Paese.
Fiom 9 Marzo 2012Operai, precari, studenti, semplici cittadini lontani dai partiti che si autodefiniscono di “destra o di sinistra”, ma che hanno una sola “fede” politica: il liberismo.
Quel liberismo che da panacea di tutti i mali ha dimostrato, in tutto il mondo, di essere un vero e proprio attacco alla Democrazia e al benessere. Il liberismo che trasferisce risorse dalle classi medie e basse ai ricchi, senza alcuna possibilità di futuro per chi è fuori.
Almeno la Fiom è con noi. La CGIL, vedremo.

6 commenti a “Con la FIOM contro il liberismo”

edu scrive:

Non a caso parlavo dell'”altra” CGIL.

sirlad scrive:

… e intanto la Camusso tesse le lodi alla TAV “muove il mercato”……. Ma vaffa…

sirlad scrive:

da “informare per resistere” riporta la nota di un sindacato della polizia:
Polizia greca minaccia l’arresto di uomini della BCE e del FMI, e non fermerà le proteste……..inoltre, a partire da oggi, sara’ consolidato l’assoluto rifiuto nonche’ la pratica rinuncia a ritrovarsi davanti a genitori, fratelli, figli e ad ogni cittadino di questo paese, manifestante, che pretendera’ il cambiamento di rotta da parte dei loro politici.
Ecco cosa ci vorrebbe!!

sirlad scrive:

Credo, purtroppo, sia solo una pia illusione!

edu scrive:

A che servirebbe uscire oggi dalla Cgil ? Con quali partiti di riferimento ? Per fare cosa ?
Meglio continuare a creare contraddizioni all’interno e allargare il nucleo in attesa di tempi migliori. Viste le posizioni del PD, a cui i principali dirigenti sindacali fanno riferimento, la Cgil non può che implodere. E speriamo che per allora ci sia una vera forza d’opposizione non solo antiliberista, ma con proposte per un nuovo modello di svilupp, a cui riferirsi.
Al momento la CGIL è l’ultimo campo di battaglia di quel che riamane della sinistra in Italia…

flash scrive:

belle foto, bella manifestazione, bella pressione sulla Camusso che subisce il movimento di Landini che continua ad avere un unico neo….rimanere all’interno della CGIL. Non ce la farà a riposizionarla, quindi…..
Comunque se vede che a forza de seguì i consigli di labbinda ed Edda te stai ad imparà pure a fà le foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *