Mend annuncia “duri attacchi” agli impianti petroliferi nigeriani

martedì 18 gennaio 2011 → 19:31 in Nigeria

Il Mend, Movimento per l’emancipazione del Delta del Niger ha rilasciato nuove minacce di attaccare i depositi petroliferi nigeriani. In un comunicato stampa firmato da “Jomo Gbomo”, il Mend ha detto che presto inizierà un” attacco feroce ” sul settore. Non staremo seduti a guardare il Governo che tenta di eliminare i nostri fratelli.

mend - logoIl Mend, con un comunicato inviato oggi alle principali agenzie di stampa ha chiesto “l’immediata evacuazione” dei residenti che vivono vicino ai depositi di stoccaggio dei prodotti petroliferi, al fine di scongiurare la perdita di vite umane e di beni.
La minaccia sembra arrivare sulla scia del crollo fisico avuto oggi da Charles Okah in un tribunale di Abuja. Il fratello del presunto ex-leader del Mend, gravemente debilitato dalla detenzione, è svenuto poco dopo che in tribunale era iniziata l’audizione per il suo presunto coinvolgimento negli attentati durante le celebrazioni per l’Independence Day ad Abuja che hanno ucciso diverse persone.
Il Mend aveva prima annunciato e poi rivendicato la responsabilità per questi attacchi.

La dichiarazione integrale inviata dal Mend (da SaharaReporters):
Il Movimento per l’Emancipazione del Delta del Niger (Mend) inizierà presto un attacco feroce sui deposti di idrocarburi.
Per evitare la perdita di vite umane e di proprietà, chiediamo l’immediata evacuazione ai residenti in prossimità di depositi di stoccaggio di petrolio,prodotti come il carburante, diesel, cherosene, benzina, gas propano e olio motore.
Non possiamo garantire la sicurezza del personale che si troverà nella struttura durante un attacco. Tra i nostri obiettivi ci saranno anche i veicoli per il trasporto di prodotti petroliferi.

Chi sceglie di ignorare questo avvertimento lo fa a proprio rischio e pericolo.

Il Movimento per l’Emancipazione del Delta del Niger (Mend) ha seguito con attenzione e da vicino le attività del governo nigeriano nella gestione dell’arresto e della detenzione dei nostri fratelli. Non staremo seduti a guardare il governo che tenta di eliminarli.

Jomo Gbomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • RSS A SUD

  • Porta Metronia Tags