Svelato incontro segreto tra il Ministro nigeriano Orubebe e Henry Okah due settimane prima delle esplosioni di Abuja.

mercoledì 20 ottobre 2010 → 20:36 in Nigeria

Secondo il governo sudafricano, il Ministro del Niger Delta Elder Godsday Orubebe, uno dei più stretti collaboratori del Presidente Nigeriano Goodluck Jonathan, avrebbe incontrato Henry Okah a Johannesburg a metà settembre. Emerge una complessa rete di relazioni tra il presunto leader del Mend Henry Okah e alti funzionari del governo nigeriano.
OkahIl governo sudafricano ha riferito che da nuovi elementi emersi dalle indagini e presentati al processo contro l’ex leader del Movimento per l’emancipazione del Delta del Niger, Henry Okah, risulta una complessa relazione tra lui e alti funzionari del governo nigeriano.
Ma Orubebe sostiene che l’ultima volta che è andato in Sud Africa per vedere Okah è stato circa cinque mesi fa, nel quadro dello sforzo del governo di dialogare con i militanti, per fermare la lotta armata e sostenere la Presidenza Jonathan.
I dettagli delle indagini, emersi durante udienza per la cauzione di Okah, rivelano una complessa rete di relazioni tra Okah e i principali consiglieri del presidente Goodluck Jonathan.
Una fonte vicina alla famiglia di Okah ha detto che due settimane prima delle esplosioni dell’Indipendence Day ad Abuja, uno dei più stretti collaboratori di Jonathan, Godsday Orubebe, Ministro del Delta del Niger, ha effettuato una visita segreta ad Okah in Sud Africa.
La fonte ha dichiarato a TheTimesofNigeria che Orubebe avrebbe chiarito che era lì per conto di Jonathan.
Orubebe sarebbe stato ospitato per una cena da Okah e da sua moglie – prosegue il sito nigeriano – durante la cena ad Okah viene detto che il presidente Jonathan aveva bisogno del suo aiuto e della sua la cooperazione per la campagna presidenziale in Nigeria si terranno le elezioni Presidenziali nel 2011).
Okah e Jonathan si conoscono da tempo, sono entrambi degli Ijaw, cattolici, provengono entrambi dallo Stato di Bayelsa, uno dei nove stati federali nigeriani che compongono il delta del Niger.
Ma nell’estate del 2007, come Vice Presidente del defunto presidente Umaru Musa Yar’Adua, Jonathan fu inviato a parlare con Okah in Sud Africa per cercare il modo di porre fine alla crisi del Delta del Niger. Okah è stato arrestato in Angola poche settimane più tardi ed estradato in Nigeria. Okah ha sempre creduto che la visita di Jonathan era una trappola e non lo ha mai perdonato per questo.
Quando il caso Okah è stato risolto, dopo che è stato raggiunto un accordo politico e Okah ha accettato l'”amnistia”, le strade dei due si sono separate.
Quando Jonathan è diventato presidente alla morte di Yar’Adua, ha cercato di rinnovare il suo rapporto con Okah e ha mandato alcuni dei suoi collaboratori di fiducia per parlargli in Sud Africa, ma Okah sempre opposto un secco rifiuto.
Tuttavia, Orubebe e un altro importante consigliere del presidente nigeriano che hanno forti legami anche con Okah hanno continuato a mantenere la pressione sul ex-leader dei ribelli per convincerlo a cooperare con Jonathan.
Quando Jonathan ha presentato la sua candidatura per un nuovo mandato presidenziale, ha deciso che non poteva più lasciare irrisolto il “problema Henry Okah”, e ha deciso di inviare Orubebe in Sudafrica per ottenere il suo sostegno. Questo la dice lunga sul reale peso e sul sostegno di cui gode il leader “militante” tra la popolazione dei nove stati del delta del Niger.
Il 17 settembre, due settimane prima delle esplosioni di Abuja, Orubebe è andato in Sudafrica e ha cenato con Henry e sua moglie, Azuka, nella sua residenza il 18 settembre.
Dopo cena, una fonte vicina famiglia ha detto che Okah ha accompagnato Orubebe con la sua auto presso la famosa Chiesa Cristiana di Dio Redentore, che si trova al 118 di Annie Road a Randburg in Sud Africa.
Durante la visita, Orubebe avrebbe soggiornato presso il prestigioso Hotel Southern Sun di Katherine Street, situato nel cuore di Sandton, la zona finanziaria e più ricca di Johannesburg.
In un articolo pubblicato il 17 marzo 2008, dal quotidiano Vanguard, Orubebe ha ammesso che l’allora vice presidente, Jonathan era andato in Sud Africa e si era incontrato con Okah prima che fosse arrestato in Angola.
Fonti vicine alla famiglia Okah che molte persone tremano per ciò che può dire Henry. Non c è dubbio che i funzionari governativi gli hanno fatto regolari visite e hanno cercato il suo aiuto per calmare l’esplosiva situazione della regione del Delta. ”
“I veri fuochi d’artificio avranno inizio quando il caso andrà al processo e non ora, durante le udienze per la cauzione. C’è una ragione per la quale il governo nigeriano ha optato per un processo segreto nel 2008. Se Okah parla sono guai “. Ha dichiarato la fonte.
Nel frattempo, il fratello minore del presunto leader del Mend, Charles Okah, arrestato nei giorni scorsi a Lagos è accusato dai Servizi per le bombe dell’Indipendence Day e per essere uno degli utilizzatori della casella di posta elettronica da cui partono i comunicati del Mend firmati con lo pseudonimo Jomo Gbomo.
Certo, per la percezione che si ha in occidente dei guerriglieri del delta del Niger, un personaggio come Henry Okah è sicuramente fuori dagli schemi.
Leader del Mend, trafficante d’armi, terrorista, lui, il fratello e forse anche la moglie, quando serve al governo nigeriano. Eppure il Presidente di un paese di 150 milioni di abitanti ne cerca il sostegno per essere rieletto, quando nel 2007 era Vice Presidente va in missione in Sudafrica per “consultarlo”. A settembre di quest’anno invita a cena un ministro. Ancora mi chiedo se oltre ad Azuka Okah fosse presente anche la moglie di Orubebe (….le agenzie non ne fanno cenno). Dietro a tutti questi intrighi i 30 milioni di abitanti del delta del Niger. Senza acqua potabile, luce elettrica, fognature, che vivevano di pesca ed agricoltura prima che la “maledizione” del petrolio li colpisse, l’estrazione ha dato ricchezza a una parte del paese e alle multinazionali del greggio mentre a loro ha portato inquinamento e povertà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • RSS A SUD

  • Porta Metronia Tags