Un fine settimana di ottobre N° 3

mercoledì 29 settembre 2010 → 9:05 in On the Roads

OuarzazatePuntata numero 3 de ‘sto fine settimana, il mio pensiero.
Un po’ di storia, per chiarezza d’informazione. Tutto è cominciato, se ricordate bene, in una strana sera d’agosto in cui io ho proposto di festeggiare i miei (e quelli di Andreina) cinquant’anni a Marrakech. Inizialmente si era parlato di una settimana, giro del Marocco fino a Ouarzazate, deserto compreso, dovevano veni’ ‘sto mondo e quell’altro, Marco e Andreina, addirittura Enzo! Poi per esigenze di tempo e denaro si era ridotto a 3-4 giorni solo a Marrakech che, sinceramente, andava ancora bene. Il fascino del mondo arabo coi suoi rumori e i suoi odori, il mercato, la piazza Jama’a el-Fnaa che da sola merita il viaggio, il Riad…Mbè io sarò ‘no scemo ma m’ero fatto tutto un altro film. Senza togliere niente a Siviglia che è comunque una gran bella città, pur aggiungendo Granada e Cordoba (Cla’ Saragozza col jumper da nove posti la vedo comunque difficile, da Siviglia so’ più de 800km…) è comunque un’altra cosa, niente mercato…niente rumori…pensione al posto del riad…
Dicendo questo credo di interpretare anche il pensiero di Edda che, tra le tante qualità ha anche una notevole disponibilità, verrebbe tranquillamente anche a Siviglia e forse anche col jumper da nove posti ma è percepibile che non è particolarmente entusiasta di questa alternativa. Concludo prendendo le mie colpe, mi rendo conto che sono stato io stesso a proporre Siviglia come scelta mostrando completa disponibilità a cambiare destinazione nel commento che ho scritto al post precedente (certo avevo proposto anche di spostare Marrakesh a dicembre, alternativa scartata subito, apparentemente senza particolari motivi) ma proprio non ho molta voglia. Sarà che nun me va’ de svejamme alle tre pe’ anna’ a Bergamo…sarà che qui fa già freddo e l’aria della pianura padana non mi piace…sarà che ‘sti cinquantanni m’hanno già rotto i cojoni…sarà che nessuno m’ha regalato niente e me volevo regala’ da solo almeno Marrakech…

20 commenti a “Un fine settimana di ottobre N° 3”

fabrizio scrive:

io il cappellino ce l’ho già, della Roma.

sirlad scrive:

se continuiamo così ci facciamo una telenovela altro che nr 4! per il jamper mi dispiace un po’, ve lo immaginavate zanna bianca alla guida con il piedino senza scarpa…e con il ventre di fuori..?? per la storia ma dai! vi pare che su 10 forestieri non ce ne sia uno che conosca tutto sul luogo, ed il francese…??

ps: abbiamo ordinato n. 10 cappellini bianchi..

flash scrive:

se stiamo al centro o vicino, si usano i piedi e basta quindi non facciamo come l’altra volta che sbagliamo la scelta delle scarpe. Così ci evitiamo anche il jumper da nove, anche perchè siamo in dieci. Senti ……facciamo il nr 4, questo è diventato troppo lungo e mettiamoci la storia di marrakech, cos’ cominciamo ad informarci. Certo non è per me eh!

fabrizio scrive:

quello scelto da labbinda sembra effettivamente molto bello ma è effettivamente un po’ fuori mano (5km fuori città)…io rimango sempre dell’idea che un po’ più centrale, considerando anche il tipo di città, non sarebbe proprio una cattiva idea. Nella zona dela Medina, non mi allontanerei tantissimo da piazza Djemaa el Fna. Ma, ripeto, per me uno vale l’altro, al limite ci porta labbinda col jumper 9 posti. Zanna bianca, invece, va a piedi, così ritrova il ventre. 😀

flash scrive:

corretto! anche perchè le idee collimano. vicino al centro e loro ci sono già stati anche se in periodi diversi.

sirlad scrive:

ma è splendido! comunque lascerei la scelta dell’alloggio ai neo cinquantenni..

flash scrive:

sbaglio o quello di lattuada è in culo la luna?

flash scrive:

allora, diradiamo le nebbie dei fumi. La vecchia non viene, rimane nella nebbia. Tex vorrebbe venire ma, lo capisco bene, non sa dove lasciare edu, al limite ci raggiunge. In otto possiamo essere considerati un gruppo? Se sì il Labbinda dovrà munirsi di steccolina alta con fazzoletto o un qualcosa che ci permetta di visualizzare la sua posizione così non ci perdiamo; se fosse possibile avere anche i cappellini uguali ancora meglio. A Marco è stato assolutamente vietato di fare la danza del ventre anche perchè si perderebbe troppo tempo a trovare il ventre. Non dimenticate il passaporto. Lo dico a voi ma me ne stò ricordando ora anche io. Vado!

fabrizio scrive:

no, non me lo immagino e rifiuto di immaginarlo.
Questo sembra interessante:
RIAD DAR SARA
Per lattuada questo riad su venere.com:
Guest House Dar Sara – Marrakech
Vicinissimo al centro, stanze per il momento disponibili (adrianii e zinnii compresi), 58 euro a notte.
Ma Edu? Viene? E nel caso Tex? Con la vecchia?

sirlad scrive:

Schiarite le nubi, fiducia votata, siglato l’accordo.
Chi da l’inizio alle danze? Marco? ma te lo immagini a fare la danza del ventre…

flash scrive:

L’intesa sembra raggiunta sull’arco 3/6 dicembre. verifichiamo la disponibilità del buon marco e diamo il via alle danze. rimane inteso che labbinda prenota volo ed albergo. Naturalmente per noi romani.

fabrizio scrive:

ho parlato con claudio, anche per noi la più favorevole è 3-6/12. A questo punto direi che si può prenotare.

fabrizio scrive:

si, infatti le rivoluzioni si fanno solo d’ottobre e ora è ancora settembre. Non so, dipende dal tipo di nubi…

sirlad scrive:

il buon Edu direbbe “fate pace col cervello”. Per la cronaca e per le precisazioni:
uno screening per i primi di dicembre l’avevo fatto, sono stato stoppato da Milano perché Edda faceva rilevare che a novembre/dicembre piove spesso e Fabrizio affermava che l’unico mese per le rivoluzioni è ottobre e, successivamente suggerì Siviglia ecc…..; nessuna frenesia mi caratterizzava, bensì l’attesa di una risposta da Milano sulle ultime ricerche per la Spagna anzi, sempre dalla città del panettone si chiedeva di concludere nella settimana. Tanto dovevo. 🙁
Dalle vecchie ricerche le migliori date: 3-6/12 (quella più favorevole), e 5-8/12 (meno favorevole).
ps nessuna nube che gira nella testa?? 😉

fabrizio scrive:

Sempre nell’ambito delle precisazioni, visto l’enorme variabilità del prezzo del volo (per noi Milano – Marrakech tra 4-7 e 5-8 c’è una differenza di circa 200 euro) da un giorno all’altro si può giocare sulle date, sempre naturalmente non prima di venerdi 3 e non oltre martedi 8.

Edda scrive:

Una precisazione, il volo da Roma deve essere diretto altrimenti torniamo alle solite problematiche, inoltre penso che se riusciamo a trovare un pacchetto comprensivo di volo e alloggio sicuramente risparmiamo. Vorrei dire solo una cosa in merito al discorso di Flash (rispondere qui non è il caso non si capiscono mai gli stati d’animo e si fraintende spesso) ma il piacere del Marocco era proprio per dividerlo con voi per avere un altro bel momento da ricordare anche perchè se fossimo voluti andare da soli sarebbe bastato non dire nulla.

fabrizio scrive:

E’ vero, chiedo venia, un regalo l’ho ricevuto in una fredda sera d’agosto dopo una grigliata di Flash ma il mio nessuno era esclusivamente diretto ad Edda che ebbe il suo regalo due anni fa ma non poi lo scorso giugno non ricambiò…
Per il resto credo solo che non c’eravamo capiti, l’improvvisa frenesia di labbinda verso Siviglia e Saragozza 😀 mi aveva indotto a credere che ormai fosse tutto già fissato mentre io credevo che l’ipotesi Marrakesh fosse ancora aperta e praticabile almeno a dicembre. Visto che tale malinteso non esiste più io direi che resta fissato Marrakesh 4-7 dicembre. A questo punto resta solo da scegliere il Riad.

sirlad scrive:

tralascio il jumper, tralascio le colpe ( c’è chi ce ne ha a vagoni e non se le è mai prese..), ma se le giuste aspettative erano e rimangono quelle di quel di Marrakech va bene, bastava dirlo prima..
Al di là dei piccoli problemi materiali personali, il vero problema per tutti è che fare doppi scali con notti passate in aeroporto non è piacevole, peggio di un’alzataccia..
Personalmente non mi offendo, anzi ritengo sia giusto dare sfogo ai propri desideri significa che organizzeremo “l’incontro altrove” in un’altro momento, che sarà anche quello del regalo.. 🙂

flash scrive:

aria strana!!! da quello che era uno spirito condiviso con entusiasmo per molti anni che dettava una sola regola, stare insieme; certo se in un posto gradevole ed addirittura scelto (e quì la mediazione è sempre necessaria) dai più è ancor meglio. Altrimenti si buttano all’aria i capodanni a giocare a risico, i giri di p.zza re di roma, i ciucuiti per le lattine, i processi, le ore le ore le ore a cazzeggiare di notte parlando di niente, ma forse dell’essenza dello stare insieme. L’incontro. Che non è mai rimarcare i confini e le scelte dell’io o del tu, che poi impongono una posizione che ovviamente differenzia ognuno di noi. Conosco ed apprezzo Edda per la sua disponibilità ma come chiunque di voi deve apprezzarmi per la mia disponibilità, e per quella di Carla o di Simona o di Roberto (un pò meno di edo, scherzo). Che dire, si è spezzato qualcosa dall’ultimo viaggio di Fabrizio a Roma? Solo lui può dirlo, c’è chi gli ha proposto di intenderla diversamente e non sò se questo poi lo ha influenzato. Certo è che le scelte di un viaggio mettono in gioco diverse esigenze e se lo dico io che mi apprestavo a tornare a viaggiare con voi arrampicandomi sugli specchi per risolvere il difficile problema della gestione della vecchia, mi potete credere anche senza capire. Soldi, tempo, ferie, freddo, scelte culturali, bisogni, aspettative, sogni, desideri, possibilità. Molto altro potrebbe aggiungersi ad un motivo per non far conciliare le cose. Tutto giusto e corretto, anzi normale. Se qualcuno avesse detto : il girno tot con mia moglie o chiunque possa essere vado a Kiev, chi vuole venire? Ma non è stato così, perchè mi sembrava avesse prevalso quel gusto irrinunciabile a trovarsi….in un ambiente qualsiasi. Ora scopro, ma non mi offendo perchè la normalità ti aspetta sempre, che ci sono dei distinguo…che poi generano altri distinguo etc…. Tutto bene! Però rispetto. Caro Fabrizio, io Carla Simona e Roberto qualcosa ti abbiamo regalato e poi se marrakech è per te diventato così importante ma che problemi ci sono? Solo che sono giorni che stiamo girando intorno a date (ed io non ho fatto alcuna preclusione) e soldi (non ho messo alcun limite) eppure da giorni non si riesce a capire la tua volontà che è ora evidente non collima. I primi di Dicembre l’aveva proposto Labbinda e tu avevi detto che pure andava bene (1 solo giorno di ferie, io 4) ma che comunque dovevi richiederle ed alla fine si era aggiunto che le vostre ferie erano prese (fine ottobre) e che si poteva comunque trovare qualche posto (tra cui siviglia, Saragozza è stato un mio palese errore) viste anche le difficoltà economiche sempre del Labbinda ma un pò anche mie che devo aggiungere al tutto anche l’assistenza sempre della vecchia e che nessuno ti regala. Si era optato per uno spostamento in primavera visto che noi da Roma avremmo dovuto fare 2 scali con pernottamento a Madrid, insomma un pò caotico. Certo il fascino di quel luogo ha preso anche me e non avrei comunque avuto problemi…..ma……che accade? E’ ovvio che non ci sono problemi!!La mia considerazione delle persone e del loro spessore, quando ne hanno, le rende dal mio punto di vista inattaccabili. Vi voglio bene.

edda scrive:

Concordo con Fabrizio ma allora perchè non andiamo la prima settimana di dicembre? ponte dal 4 all’8, sceglieremo un riad meno costoso se necessario, ovviamente se decidete di andare ugualmente a Siviglia non ci sono problemi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *