Parigi è sempre Parigi

lunedì 8 dicembre 2008 → 23:49 in On the Roads

Parigi

, Ottobre 2006

[flv:/wp-content/uploads/parigi-2006-web.flv 320 240]

20 commenti a “Parigi è sempre Parigi”

fabrizio scrive:

il subdolo tanto non offrirà mai molto visto che oltre che mezzo cieco e rozzo è pure tirchio, quindi…

flash scrive:

A parte il fatto che io sono corruttibile e quindi la vera gara è sul chi offre di più. Vorrei però anche aggiungere caro Milanese che, tra i due, solo tu potevi fare il montatore (si rammenta il giudizio di Simona non proprio così lusinghiero verso il suo accompagnatore casuale….); devo per di più aggiungere che trattandosi di arte, visiva, non c’è partita essendo il subdolo mezzo ciecato e rozzo come pochi.

Ardito scrive:

Ingiurioso……!!

fabrizio scrive:

perché vuoi corrompere la giuria?

sirlad scrive:

ah, certo, un giurato incorruttibile..!

fabrizio scrive:

lo sapevo, sei il solito ingrato ed io che ho pure perso tempo ad elogiare i tuoi meriti! E’ proprio vero che a far del bene ci si rimette sempre.
Se vuoi possiamo organizzare la serata degli Oscar qui sul sito dove una competente giuria premierà il miglior video. Unica regola, durata non superiore ai 5-6 minuti. Comincia a pubblica’ er video tuo, lo carichi in formato .flv (flash video) e nel post scrivi questo:

[flv:/wp-content/uploads/nome-del-video.flv 640 480]

dove 640 e 480 sono le dimensioni del video che, volendo, puoi anche modificare se il video è di un formato diverso.

Flash sarà il presidente della giuria e sarà quindi lui a scegliere gli altri giurati. Premiazione la sera di Capodanno.

sirlad scrive:

un’altra precisazione: ad ognuno il suo ruolo, c’è chi dirige e, come stavolta, gira contemporaneamente, e c’è chi fa il montatore, senza del quale l’opera stessa non potrebbe esistere..

fabrizio scrive:

Grazie Claudio, sapevo che tu, uomo di buon gusto amante dell’arte, avresti apprezzato il video ma va dato merito anche al cameramen Sirlad autore del filmato originale.
A ognuno il suo ruolo, c’è il regista che dirige e l’operatore che riprende senza il quale però l’opera stessa non potrebbe esistere.
Una sola precisazione, il vento non è di Miles ma del francese Erik Truffauz.

sirlad scrive:

se ricordo bene, nel baretto.. qualcuno ha consumato a sbafo..vorresti continuare a scroccare?

flash scrive:

non c’eravamo ma l’eco dell’allarme generale con tanto di arrivo di squadre speciali ci è arrivato anche fuori dal museo. sarebbe stato divertente partecipare ad un processo in francese.
Bella Parigi ma complimenti per il montaggio. L’andatura dinoccolata nostra e dei barconi sul fiume e sotto il cielo grigio con il vento di Miles, mi è piaciuto.
Parigi ci manca e non mi dispiacerebbe tornare in quel baretto……arrivando in orario però (anche lì il Labbinda si è fatto riconoscere).

fabrizio scrive:

più o meno è come racconta lanterna…io mi sono defilato facendo finta di non conoscerlo

sirlad scrive:

te dico solo che al Louvre è sonato l’allarme!

fabrizio scrive:

Chiedilo direttamente al tuo socio…diciamo che ha rischiato la confisca!

Ardito scrive:

Fabrì, io nun so niente, della Monnalisa e del rischio, aggiornami..!!

fabrizio scrive:

Robbe’ sta bbono, co’ la Monnalisa hai già rischiato…

edda scrive:

La Monnalisa non era venuta un granchè bene, ma la musica? non ti riporta a quel cielo plumbeo d’autunno?

sirlad scrive:

a proposito, è un bel sunto di quelle bellissime giornate, manca solo la ripresa della Monnalisa…

sirlad scrive:

povero.., quello è gia’ acquisito!

edu scrive:

Spero che tu non l’abbia messo come buon auspicio in occasione del vostro scontro coi francesi…

sirlad scrive:

e, a parer mio, val ben un’altra messa… e non è detto..a zero a zero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *