1987. Alla ricerca di Coriolano a Barberino.

1987. Siamo stati i primi pioneri a partire alla ricerca di Coriolano sperso tra le colline di Barberino Val d'Elsa. Trovatolo, nella sua splendida dimora, abbiamo anche capito perchè.. (primo servizio della serie diapositive)

11 commenti a “1987. Alla ricerca di Coriolano a Barberino.”

fabrizio scrive:

Errata corrige, le foto sono rigorosamante in ordine alfabetico. Per risolvere il problema è sufficiente che tu dia alle foto il nome che poi darai alla gallery con un numero crescente. In questo caso, ad esempio, lo schema poteva essere di questo tipo:
barberino-1
barberino-2 e così via.

In questo modo l’ordine è reso indipendente dal caricamento e sarà quindi possibile ripettare un ordine anche per gallery caricate in momenti successivi come, per esempio, quella delle Mura Aureliane cui Edo sta aggiungendo foto in questi giorni.

edo scrive:

Così va meglio!

sirlad scrive:

anch’io sapevo così, tant’è vero che ho caricato in modo da far vedere l’ultima per prima. Ma stavolta così non è stato, sarà successo qualcosa. Tu comunque, Fabrizio, sei il “preposto” per spiegare e risolvere questi casi :.)

edu scrive:

Preposto..sul vocabolario ?!?

fabrizio scrive:

Se l’ordine “preposto” è quello di caricamento sarà lo stesso con cui vedrai le foto…in poche parole la prima foto caricata sarà l’ultima della gallery.

P.S. Ma perché lo sei andato a cercare? 😛

sirlad scrive:

participio passato di preporre ovvero mettere o collocare. Mi scuso se non mi si capisce..

Edo scrive:

….preposto ?!?

sirlad scrive:

ps a Fabbrì, perche le foto non me le mette con l’ordine da me preposto?

sirlad scrive:

ebbene si, ci avventurammo per le colline toscane con la mitica Ranault 6 bicolore e con i buchi sul cofano! ma andava come un treno.. da ricordare che non sapevamo dove stesse il Corio, e per fargli una sorpresa non lo avvertimmo. Dopo una accurata indagine riuscimmo a sapere, e a trovare.., dove dimorava e gli piombammo. Fu una grande prova, ma lo meritava?
Per quanto riguarda la somiglianza di William Hurt con la mia persona, so che lui se ne è sempre vantato. Bisiu non lo conosco.

fabrizio scrive:

Una domanda, in quel mitico viaggio alla ricerca del coriolano perduto c’avevi la favolosa Renault 6 celeste con sportelli e cofano verdi?

P.S. Edda mi fa notare che coi capelli ricordavi William Hurt…adesso invece più che altro Claudio Bisio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *